Alimentazione sportiva: Consigli per una corretta dieta dello sportivo.

Alimentazione sportiva: la corretta alimentazione dello sportivo.

Alimentazione sportiva: qual è la giusta dieta dello sportivo? Consigli per un’alimentazione corretta quando si pratica sport.

La dieta dello sportivo, dritte per un’alimentazione sportiva corretta.

 

Alzatevi da quella sedia e correte a praticare sport, ma prima di tutto leggete questo articolo se volete imparare qualcosa su come alimentarsi quando si pratica sport.

Sportivi e sedentari, due vite completamente diverse come altrettanto diversa è la loro alimentazione; allora qual è la corretta alimentazione per chi pratica sport?

 

Il mondo dello sport è davvero vasto e le attività che si praticano sono molteplici, per questo è importante definire i vari tipi di attività in modo da attuare un corretto intervento nutrizionale.

Esistono sport di breve durata e sport invece di media o lunga durata che possono arrivare fino a più di 2 ore di gara, poi abbiamo le attività che richiedono uno sforzo massimo e quelle invece che sono molto più leggere.

In generale nello sport, a richiedere energia (le due fonti energetiche principali sono acidi grassi e carboidrati) sono i muscoli, i quali aumentano la loro attività fino a 100 volte in più rispetto ad una situazione di riposo trasformando questa energia in lavoro e calore.

Carboidrati e grassi sono due nutrienti che assumiamo facilmente con la dieta ed il nostro organismo ne fa riserva come glicogeno e depositi di grasso; da qui si evince l’importanza che questi ultimi rivestono nella dieta dello sportivo.

I carboidrati semplici sono quelli immediatamente disponibili perché circolano direttamente nel sangue innalzando i livelli di glicemia e per questo sono conosciuti anche come zuccheri ad alto indice glicemico, di questi necessitiamo dopo uno sforzo o alla fine di un’attività proprio per il ripristino degli zuccheri nel sangue. I carboidrati composti, anche detti a basso indice glicemico, invece, sono necessari per creare le riserve di glicogeno senza il quale il rendimento sportivo risulterebbe scarso e la fatica muscolare maggiore.

Per quanto riguarda i grassi nell’alimentazione sportiva, la quantità degli stessi deve essere controllata mentre, ottima deve essere la qualità e quindi grassi insaturi da preferire a quelli saturi. Le riserve di grasso sono utilizzate nelle attività sportive di lunga durata o di bassa intensità anche se, con gli allenamenti, il corpo mediante un adattamento metabolico impara ad utilizzare i grassi come fonte di energia da fornire ai muscoli.

E le proteine nella dieta dello sportivo che ruolo hanno?

I muscoli durante lo sforzo, producono una forte degradazione proteica, poiché formati soprattutto da proteine e perciò soprattutto negli sportivi, una buona quantità di questi nutrienti risulta fondamentale per il ripristino della quota proteica andata persa. Un eccesso di ingestione proteica non è raccomandabile a causa di un possibile sovraccarico che si creerebbe a livello di fegato e reni mentre, è opportuno abbinare sempre un buon apporto di acqua.

L’acqua infatti è alla base dell’alimentazione di chi pratica sport: mantenere una buona idratazione è fondamentale perché tutti gli sport e le attività causano una perdita sostanziale di liquidi.

Come distribuire i pasti in una generica alimentazione sportiva?

In una corretta alimentazione sportiva i pasti devono essere ripartiti durante una giornata e nella settimana, soprattutto in maniera da creare le riserve energetiche pre-gara e pre-allenamento idonee allo svolgimento delle stesse.

La colazione è il punto di partenza di una giornata all’insegna del dispendio energetico e quindi deve provvedere a soddisfare buona parte della richiesta energetica dell’atleta, fornendo altresì un buon equilibrio di tutti i nutrienti.

A fine giornata invece una cena leggera ma con frutta e verdura onnipresente per l’abbondante contenuto di vitamine e minerali i quali, oltre ai numerosi benefici sulla salute umana, riducono lo stress ossidativo che può venire a crearsi per eccesso di radicali liberi durante il metabolismo energetico.

La dieta dello sportivo è quindi una dieta equilibrata e variata con giuste precauzioni  e particolari attenzioni a determinati nutrienti e modalità di assunzione di alimenti; tutto ciò crea le basi per un buon rendimento agonistico e uno stato di salute psico-fisico ottimale.

Dott. Francesco Garritano

 

 

Commenti da Facebook

commenti

Tags: articoli,

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato/a

Nome e cognome

Email