Convegno a Reggio Calabria: l’importanza dell’alimentazione nel tennis

Francesco Garritano
Commenti disabilitati su Convegno a Reggio Calabria: l’importanza dell’alimentazione nel tennis

tennis e alimentazione

 

Studio Nutrilab in campo: il tennis incontra l’alimentazione

Al circolo Rocco Polimeni di Reggio Calabria il Dott. Garritano per parlare dell’importanza dell’alimentazione nello sport agonistico

Nel pomeriggio di lunedì 12 Dicembre 2016, presso la Scuola di tennis Rocco Polimeni di Reggio Calabria si è tenuto un meeting tra i genitori dei bambini e dei ragazzi che praticano tennis, i maestri del settore e gli esperti di benessere psico-fisico, ossia la mental coach e il nutrizionista.

Il “Giardino di Benedetta” ha ospitato l’incontro in cui lo sport si è sposato con 2 aspetti fondamentali della salute degli atleti: la nutrizione e il benessere mentale.

Ad aprire il convegno il Presidente del circolo, il Dott. Igino Postorino e il direttore sportivo, il Dott. Emilio Cozzupoli che hanno salutato i presenti e introdotto e presentato gli ospiti.

La prima parte dell’incontro è stata incentrata sull’aspetto psicologico del tennis con una relazione tenuta dalla Mental Coach, la dottoressa Alessandra Mattioni che ha parlato del rapporto genitori/figli nello sport del tennis.

A seguire, l’intervento del nutrizionista, il Dott. Francesco Garritano, incentrato sull’importanza dell’alimentazione nello sport agonistico.

La relazione si è basata sulla stretta connessione che c’è tra alimentazione e sport, più specificatamente sull’importanza che ha una sana e corretta alimentazione nel tennista e nella sua performance sportiva.

L’alimentazione incide sulla performance sportiva

Il dott. Garritano ha parlato, innanzitutto, di come una cattiva alimentazione è causa di una pessima prestazione sportiva, sottolineando il fatto che l’atleta è ben diverso dal punto di vista metabolico dalla persona sedentaria.

Per questo motivo, l’atleta ha un fabbisogno energetico di gran lunga maggiore rispetto a chi non pratica sport, soprattutto se gareggia a livello agonistico: non bisogna affatto scendere al di sotto di tale fabbisogno con diete restrittive o alimentazione carente e povera.

Altro punto fondamentale che ha interessato coach e genitori, è stato quello degli errori comuni commessi dall’atleta dal punto di vista alimentare; tra questi vi è saltare la colazione, eccedere con gli zuccheri semplici e i carboidrati raffinati, assumere una bassa quota proteica.

I genitori hanno rivisto i loro figli in questi errori e, facendo un’indagine rapida in sala, hanno riportato che la colazione è spesso assente o comunque composta da soli alimenti zuccherini.

Alla fine della relazione del dott. Garritano, i genitori si sono dimostrati interessati al tema della nutrizione capendo l’importanza che questa ha nello sport che i loro figli praticano e si sono augurati che il dottore li possa aiutare a seguire un percorso di educazione alimentare che faccia crescere i giovani atleti con la consapevolezza che non esiste uno sport senza una sana, abbondante, equilibrata e corretta alimentazione.

Commenti da Facebook

commenti

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato/a

Nome e cognome

Email