Dimagrimento:il fallimento della dieta chetogenica

dieta chetogenica

Dieta chetogenica: cosa c’è dietro?

Quella chetogenica è una dieta che fa deperire e non dimagrire, oltre ad arrecare danni alla salute. Di cosa si tratta? Scopriamone di più.

Tra i regimi alimentari di tendenza degli ultimi anni c’è sicuramente la dieta chetogenica, così tanto praticata e amata perché in grado di far perdere peso senza alcuno sforzo.

Dall’altra parte della medaglia c’è tuttavia uno squilibrio nutrizionale e ormonale importante che avviene nell’organismo umano in seguito a questa dieta.

Il principio della dieta chetogenica si basa sull’assunzione quasi esclusiva di proteine, mentre viene ridotto di gran lunga l’apporto di carboidrati: si chiamano infatti diete low carb.

Il meccanismo

Quando i livelli di glucosio diminuiscono drasticamente, ritrovandosi al di sotto dei limiti raccomandati, il nostro corpo, per ricavare energia, sarà costretto ad attingere ad altri substrati come lipidi e proteine.

Uno di questi meccanismi si basa sulla gluconeogenesi, ossia la formazione di glucosio a partire dagli amminoacidi, processo che richiede tanta energia e tanto lavoro (effetto termogenetico) che porta ad aumentare le calorie bruciate, motivo per cui si perde peso.

L’eliminazione netta dei carboidrati, nutrienti essenziali del nostro organismo, porta dunque ad una condizione anomala e innaturale in cui l’energia necessaria a vivere viene ricavata dalle proteine.

Con questo meccanismo si formano i corpi chetonici, da cui prende il nome la dieta chetogenica, che rappresentano i substrati energetici a cui ricorre il nostro cervello in assenza di glucosio.

La sintesi dei corpi chetonici avviene nei mitocondri del fegato quando la molecola dell’acetil-CoA è in eccesso rispetto all’ossalacetato e derivante da un’eccessiva degradazione degli acidi grassi. Questa condizione si verifica quando si segue una dieta sbilanciata molto ricca in grassi e con una bassa percentuale di carboidrati, o in presenza di diabete mellito o ancora, in seguito a digiuno o dopo un intenso sforzo fisico

Quando i corpi chetonici superano però una certa soglia (3 mg/100 ml) il nostro organismo va in chetosi.

Ciò che segue una chetosi è un’acidosi metabolica basata su una diminuzione del pH del sangue che all’estremo può causare coma o morte.

Conclusioni

Capire il principio della dieta chetogenica ci permette di capire meglio perché questa dieta viene comunque consigliata per pochi giorni: tutti conoscono i pericoli a cui va incontro l’organismo umano in carenza di carboidrati!!

Il successo della dieta chetogenica si deve comunque al fatto che una dieta priva di carboidrati è una dieta ipocalorica che fa deperire anziché dimagrire, ossia fa perdere muscolo, acqua e grasso indistintamente e non solo grasso, come dovrebbero fare tutte le diete sane!

È importante conoscere e sapere, invece, che i grassi bruciano al fuoco lento dei carboidrati e un corpo in assenza di carboidrati, va solo a deperire e la persona diventa anche irritabile, nervosa e stanca oltre a presentare altre alterazioni funzionali dovute a squilibri ormonali.

Dieta chetogenica dunque non significa dimagrire, ma significa deperimento, ossia perdita di peso di breve durata e danno alla salute.

Per dimagrire veramente serve invece una dieta equilibrata, che faccia perdere la sola massa grassa, e il dimagrimento deve essere graduale e permanente nel tempo: serve quindi una dieta che ragioni di segnale, proprio come dietaGIFT.

Dott. Francesco Garritano

Responsabile dello Studio Nutrilab

autore4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scopri di più

Contattaci!

Commenti da Facebook

commenti

Tags: articoli,

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato/a

Nome e cognome

Email