Natale 2015: Cosa cucinare per il pranzo di Natale? E’ possibile stare a dieta a Natale?

Natale 2015: cosa cucinare per il pranzo di Natale

Questo Natale 2015 cosa cucini? A Natale è possibile stare a dieta? Scopri cosa cucinare per non prendere peso.

 

Questo Natale 2015 cosa cucinare? Scopri come preparare il pranzo di Natale per non prendere peso!

Se chiedessimo a Babbo Natale una dieta per Natale, persino lui si troverebbe in difficoltà; infatti il Natale è il periodo dell’anno in cui ci si concede lauti pasti e dolci sfizi alimentari, in barba alla moderazione ed alla linea soprattutto.

Ovviamente è difficile pensare di partecipare al famigerato “pranzo di Natale” in famiglia e non mangiare i succulenti piatti che nonne, mamme e zie preparano con largo anticipo iniziando a cucinare all’alba. Sarebbe altresì un peccato non mangiare le meraviglie culinarie che spesso si preparano solo in questo particolare periodo dell’anno… allora cosa fare per soddisfare l’appetito senza abbandonare la linea?

Vediamo a Natale 2015 cosa cucinare per non trovarci impreparati all’appuntamento con la bilancia anche in quei giorni!

Per gestire al meglio le feste di Natale dal punto di vista della linea, non servono grandi manovre, basta solo non lasciarsi andare troppo ad inutili eccessi e non abbandonare l’attività fisica. Anzi!

L’attività fisica sarà la vostra principale alleata per questo Natale 2015; se mangiando un po’ di più ci si sente inevitabilmente più pesanti, fare anche lunghe camminate, corsa o quale sport si voglia, eviterà che il cibo ingerito si tramuti inesorabilmente in grasso.

Qualche idea per il pranzo di Natale? Cosa cucinare?

In una tavolata di ipotetici salutisti potremmo sbizzarrirci pensando, a Natale, a cosa cucinare… per esempio utilizzare pane e pasta integrali al posto di quelli raffinati sarebbe davvero un’ottima idea ma se questo non fosse possibile ricordarsi sempre di abbinare la stessa porzione di carboidrati a quella delle proteine in modo da non provocare sbalzi glicemici e quindi anche insulinemici. Mangiare la frutta mezz’oretta prima dei pasti principali, e non alla fine, potrebbe essere un piccolo ma valido trucco per ridurre il classico gonfiore addominale che accompagna il post-prandiale.

Il panettone o pandoro (in base alle preferenze) può essere si consumato ma meglio se a colazione, la quale dovrà essere ricca ma anche equilibrata con la fonte proteica (a scelta ad esempio tra noci, mandorle, prosciutto, uova).

Infine, per quanto sembri quasi impossibile evitare bevande alcoliche ed amaro dopo i pasti, cerchiamo di preferire sempre l’acqua; bevuta lontano dai pasti infatti essa garantisce idratazione ed aiuto nell’eliminazione delle scorie dall’organismo.

Un buon Natale 2015 in linea a tutti!

Dott. Francesco Garritano

Commenti da Facebook

commenti

Tags: articoli,

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato/a

Nome e cognome

Email