Ti sei mai chiesto cosa sta a significare quel codice stampato sulle uova?

Le uova rappresentano uno degli alimenti più consumati al mondo, ma nonostante questo non tutti sanno cosa vogliano significare quella serie di lettere e numeri stampati sopra… vediamolo insieme.

Facciamo una breve premessa: le uova vengono classificate in base alla qualità in:

  • Uova di categoria A o “uova fresche”
  • Uova di categoria B, destinate esclusivamente all’industria alimentare e non.

Le uova che compri al supermercato sono quelle di categoria A ovvero le cosiddette uova fresche; ma esaminiamo insieme le informazioni che si trovano sul guscio.

  1. Tipo di allevamento

Per quanto riguarda il tipo di allevamento puoi trovare 4 numeri identificativi che stanno ad indicare in che modo le galline sono state allevate; questi numeri sono:

  • 0 Per la produzione biologica
  • 1 Per le galline allevate all’aperto
  • 2 Per le galline allevate a terra
  • 3 Per le galline allevate in gabbia

Oggi puoi notare come l’attenzione al biologico sia sempre maggiore e quindi colgo l’occasione per illustrarti meglio cosa s’intende con la voce “produzione biologica di uova” ovvero con il codice zero.

Le uova biologiche provengono da un tipo di allevamento chiamato estensivo; Questo comporta 3 importantissime cose ovvero garantisce uno spazio per gallina fino a 10 metri quadri, le galline vengono alimentate utilizzando mangime biologico (ad esempio mais senza additivi chimici, no OGM ), offre maggiori garanzie per la nostra salute, perché il settore biologico è molto controllato e certificato.

  1. Stato di produzione

Questa parte del codice, valida per la Comunità Europea,  indica in quale Paese le uova sono state prodotte (IT=Italia). In Italia esiste una grande produzione di uova, quindi quelle che trovi nello scaffale del supermercato, nella maggioranza dei casi sono uova fresche italiane.

 

 

  1. Codice ISTAT del comune di produzione e sigla della provincia

Per ogni comune di produzione delle uova viene riportato il codice identificativo ISTAT ed accanto a quest’ultimo viene riportata la sigla della provincia in cui le uova sono state prodotte.

 

  1. Allevamento di deposizione

Quest’ultima, ma non meno importante parte del codice, identifica l’allevamento in cui la gallina ha deposto le uova e quindi risulta essere, insieme ai punti esaminati sopra, un modo per definire la cosiddetta “tracciabilità”  degli alimenti. La tracciabilità degli alimenti è, in parole semplici, la possibilità di ricostruire e seguire il percorso di un alimento attraverso le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione e quindi puoi ben immaginare quanto questi codici, al giorno d’oggi, abbiano assunto un’importanza fondamentale.

Ora che ti ho dato queste semplici informazioni sono sicuro che la prossima volta che avrai voglia di preparare qualche appetitosa ricetta a base di uova, non avrai problemi a capire che tipo di uova stai per utilizzare e scegliere al supermercato sarà molto più facile!

Dott. Francesco Garritano

www.studionutrilab.com

347.2481194 // 3920092540

 

 

 

 

 

Commenti da Facebook

commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato/a

Nome e cognome

Email